GUIDARE LE RISORSE ATTRAVERSO L’ESEMPIO.

NON SERVE IMPORRE I CAMBIAMENTI DALL’ALTO.

Tutti i servizi che offriamo hanno un obiettivo chiaro: consentire a manager e dipendenti di implementare con successo una cultura sostenibile del cambiamento nella loro azienda, che permetta loro di raggiungere le massime prestazioni. Perche’ questo accada, è importante iniziare dal vertice. Ogni trasformazione di successo comporta lo sviluppo congiunto di competenze sia di processo che di leadership, nonché di approcci di tipo olistico nel pensare e nell’agire. I nostri consulenti lavorano insieme a voi per fare in modo che i risultati operativi e i flussi di cassa migliorino e continuino a migliorare nel tempo.

Sviluppiamo costantemente i nostri servizi di consulenza basandoci sui principi e metodi Lean. 

Grazie a più di venti anni di esperienza, abbiamo compreso che questo approccio è il presupposto per creare una cultura del cambiamento dinamica e sostenibile. Strategie gestionali e operative basate su principi Lean riducono e prevengono gli sprechi, aumentano la produttività nella vostra organizzazione e migliorano la qualità dei vostri prodotti.

Un’organizzazione aperta all’apprendimento, necessita di risorse che desiderano cambiare le proprie abitudini, modi di fare e comportamenti. Ecco perché fin dall’inizio, abbiamo creato la nostra Accademia per lo sviluppo professionale di manager e dipendenti. Date un’occhiata ai nostri servizi nel campo della leadership e della strategia gestionale ma, soprattutto, scroprite quello che abbiamo da offrirvi.

Il tuo contatto

Carlo Trivellato

Senior Expert

Phone:

E-Mail: c.trivellato@staufen.it

COSA VI OFFRIAMO

In un contesto di mercato sempre più competitivo, un fattore critico di successo è garantire ai vostri dipendenti e manager continua formazione e possibilità di sviluppo professionale. Attraverso analisi dettagliate, creiamo moduli di coaching personalizzato per guidare i vostri manager nelle applicazioni reali e per offrire loro uno sviluppo professionale strategico.

Inoltre, grazie al Certified Lean Leader training program si può ottenere una competenza pratica, oltre che teorica, sui metodi Lean e di leadership. In fondo, per una trasformazione aziendale veramente sostenibile, non basta integrare i principi Lean nei propri processi ma si dovranno praticare questi principi con la Lean Leadership.

Sarebbe ingenuo credere che nella vita di tutti i giorni i manager abbraccino con entusiasmo il cambiamento. Avere delle riserve riguardo al cambiamento o esserne resistenti, sono reazioni del tutto normali. Questo è il motivo per cui è importante che ci sia una comprensione di fondo su come sviluppare valori e attitudini coerenti, nonché modellare attivamente e continuamente il comportamento desiderato. Dopo tutto, non c’e’ nulla di piu’ pericoloso, in una trasformazione, di manager che fingono di abbracciare il ruolo del Lean Leader di fronte ai loro dipendenti, senza pero’ condividerne nel profondo la filosofia.

Attraverso lo Shopfloor Management®, si promuove lo sviluppo costante dei processi e delle procedure aziendali direttamente nel Gemba. Le decisioni vengono prese molto più rapidamente e le soluzioni implementate velocemente grazie ad una presenza diretta dei manager sul “campo” che si concentrano sul mancato rispetto degli standard aziendali.

Introdurre lo Shopfloor Management® comporta molto di piu’ di una semplice applicazione di tecniche a supporto del lavoro. Richiede una maggior disciplina e coerenza da parte di tutto il team manageriale. I manager vengono guidati e responsabilizzati nel farsi strada verso una nuova idea di Leadership.  

Con lo Shopfloor Management®, si garantisce che il Lean permei con successo nella nuova cultura aziendale. Tale approccio fa in modo che il lavoro nella vostra azienda venga eseguito tramite strumenti di gestione semplici e diretti, una migliore comunicazione, e una maggiore competenza e responsabilità tra tutto il personale.

Per garantire una trasformazione Lean sostenibile e di successo, le aziende dovrebbero creare un collegamento tra l’approccio top-down e bottom-up. La soluzione si chiama “Hoshin Kanri”, cioè l’impostazione della direzione strategica aziendale. Conosciuto anche come policy deployment, l’approccio di Hoshin Kanri comporta lo scorporamento, a cascata, degli obiettivi aziendali derivanti direttamente dalla vision.

Si può dire che l’Hoshin Kanri sia un sistema di navigazione per lo sviluppo aziendale. E’ un metodo per lo sviluppo strategico in cui i principali fattori e il loro impatto vengono analizzati sistematicamente. Comincia dalla definizione della vision a livello aziendale e comprende la definizione di obiettivi annuali, l’analisi delle leve per il raggiungimento di questi obiettivi, la pianificazione e la conduzione di progetti di miglioramento e di regolari momenti di revisione.

Prima che gli obiettivi vengano scomposti verticalmente nell’organizzazione, vengono allineati orizzontalmente tra il Top Management. Tale approccio (interfunzionale) eleva la comprensione e l’allineamento tra tutte le funzioni sul flusso del valore. Grazie a queste modalità l’Hoshin Kanri si distingue chiaramente dalle altre filosofie manageriali (generiche) che si basano invece sulla semplice imposizione di obiettivi e valutazione del relativo raggiungimento in linea con il classico Management By Objectives (MbO). La differenza tra i due approcci sta in un netto cambio di paradigma: in passato, la Leadership — seppur in ambito Lean — era ritenuta un atto di implementazione di diversi metodi. La Lean Leadership, invece, si focalizza sull’eccellenza gestionale e di comportamento.

L’ “Hancho” è una figura professionale che supervisiona una fase di processo che di solito coinvolge dalle cinque alle sette persone. Gli Hancho assicurano che la capacità produttiva venga mantenuta attraverso brevi cicli di controllo e grazie alla visualizzazione. Comparando l’output quantitativo al piano di produzione fa in modo che le deviazioni siano immediatamente visibili. Mette in atto delle contromisure prima che queste deviazioni diventino dei veri problemi. Se uno standard non è rispettato, l’Hancho forma i/il proprio/i collaboratore/i in questione per assicurarsi che lo standard venga seguito. Se invece non può essere rispettato, l’Hancho avvia un processo di problem solving strutturato per identificare la causa del problema.

Si potrebbero ritenere che gli Hancho siano i “detentori degli standard,” il che significa che dovrebbero automaticamente creare le condizioni necessarie per il miglioramento continuo. Gli Hancho, nella pratica, sono alla ricerca costante di potenziali di miglioramento e di implementazione delle ottimizzazioni — ad esempio, supportando i collaboratori nel rispetto del “takt”, eliminando piccoli disturbi, o sostituire un operatore in caso di assenze non previste.

In altri termini, gli Hancho svolgono funzioni “a valore aggiunto” solo in casi eccezionali, ma i miglioramenti che generano in grande quantità compensano a dovere rendendo il sistema complessivo molto più efficiente, così come mostrano i sistemi Hancho ben implementati. E la cosa migliore che l’esperienza ci insegna è che raramente un’azienda deve incerementare il numero di risorse per implementare questo tipo di organizzazione. Le persone che potrebbero ricoprire il ruolo di Hancho si trovano già all’interno del sistema esistente.

Il temine “Kata” è una parola giapponese; nelle arti marziali, si riferisce ad una posizione o un assetto. Nel contesto del management, Kata significa migliormenti regolari messi in atto dalle risorse aziendali. Questo approccio è supportato da un supervisore che funge da Mentore. Il risultato è una cultura del miglioramento attraverso delle routine che permettono a tutte le risorse di procedere gradualmente verso un target specifico.

Il Kata cambia il modo in cui collaboratori e manager interpretano la leadership: ci si focalizza sui comportamenti che ogni giorno vengono praticati in azienda. Invita i manager e i propri collaboratori ad interagire gli uni con gli altri in maniera approfondita. Il risultato è una prestazione di Leadership con enfasi sulla stabilità dei processi, sul problem solving strutturato e miglioramento continuo – tutti fattori chiave per un successo competitivo.

Il Kata è un approccio olistico che allo stesso tempo richiede e promuove la disciplina. Deve essere integrato in un sistema di gestione Lean già esistente così da elevare il pieno potenziale delle routine di miglioramento.

Staufen Leistungen

Maggior collaborazione

  • Comunicazioni semplici e standardizzate tra tutti gli enti aziendali, senza limiti globali
  • Risoluzione dei problemi strutturata e sostenibile
  • Communicazione piu’ efficiente e maggiore disciplina nei team

Processi semplici e veloci

  • Collaborazione efficace grazie a comunicazioni strutturate e processi decisionali definiti
  • Brevi tempi di reazione alle non conformità

Transparenza tra tutti i livelli aziendali

  • Individuazione di potenziali di ottimizzazione e dei risultati possibili
  • Visualizzazione trasparente delle informazioni e KPI tra tutti i livelli della gerarchia aziendale
  • Maggiore trasparenza dei gap tra stato attuale e target e delle loro tendenze

Incremento di efficacia ed efficienza

  • Gestione mirata delle non conformità e utilizzo efficace delle risorse
  • Utilizzo ottimale delle risorse e processi più robusti